Dalla cena al Festival d’Estate

Anche quest’anno il Comitato Festeggiamenti in collaborazione con il Comune di Buttigliera Alta, aprirà il Festival dell’Estate con la “cena il giallo”. L’evento ricalca la più frequente “cena in bianco”, un format di “unconventional dinner” nato a Torino nel 2012 dove i partecipanti devono seguire alcune regole: segui il bianco e niente plastica.

WhatsApp-Image-20160524.jpg

Perchè a Buttigliera Alta la cena è in “giallo”? Per una questione di diritti e autorizzazioni (troverete tutte le informazioni utili sul sito) ma la scelta di questo colore non ha nessuna assonanza o attinenza con trame poliziesche e delitti, ma con musica, intrattenimento per grandi e bambini, con la predisposizione di sedie e tavoli per i partecipanti.  Anche quest’anno sono stati raggiunti numeri importanti: oltre 200 persone parteciperanno all’evento che ha ispirato altre amministrazioni locali a seguire l’esempio. Un successo che premia il lavoro degli organizzatori e che festeggia l’inizio dell’estate con tutti i partecipanti. Che sia bianca, gialla, rossa o blu, queste cene per strada dove ognuno porta qualcosa ricordano un po’ le vecchie feste di paese, quando l’unica scusa era quella di stare insieme e passare un momento di festa. Sarà ancora questo il motivo di tanta partecipazione?

Alleghiamo il volantino delle giornate del Festival augurando a tutti i lettori una buona e felice Estate.

Giuseppina Bruno

65741610_891219464558794_4584833281597374464_n

Pubblicità

Pasta sotto le stelle

Siamo al decimo anniversario di “Pasta sotto le stelle”, un appuntamento promosso e organizzato dalla Proloco che è molto sentito da tanti abitanti della Val Sangone.
“Ho iniziato dieci anni fa, nel 2009” – racconta Sergio Pasta – “perchè facendo volontariato ho sentito il desiderio di aiutare chi ha più bisogno”.

Anche quest’anno gli alpini contribuiscono con la loro pasta al sugo, i commercianti con tipici assaggi. Il ricavato sarà devoluto alle famiglie segnalate dalla Parrocchia di Sangano e, come sappiamo, la crisi economica degli ultimi anni, ha generato una nuova povertà che non è sempre così visibile.

La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai. (Henry David Thoreau)

Il volontariato è un impegno, un investimento di tempo per gli altri e in un certo modo per il futuro, che non tutti possono portare avanti. Queste serate sono l’occasione di contribuire premiando il lavoro di chi le organizza e di chi potrà essere aiutato nelle sue difficoltà.

Vi aspettiamo Sabato 18 maggio in Pagoda dalle ore 20,00.

Giuseppina Bruno

 

 

 

Sabato 8 dicembre, Sangano

Immagine correlata

Sabato 8 dicembre in Via San Lorenzo – Sangano, la Proloco ci invita al Mercatino di Natale 2018. Dalle ore 9,00 fino alle 19,00 gli hobbisti, commercianti e associazioni presentano i loro manufatti, attività e progetti. Olga ci ha riferito che “quest’anno ci saranno attività molto interessanti”.

Durante la giornata sarà presente un servizio bar grazie alla collaborazione con Coldiretti. La mattina sarà possibile far passeggiare i bambini sui poni dell’ASD Horserwood di Avigliana mentre al pomeriggio, dalle 15,30, Mr. Falabrak farà divertire grandi e piccoli con il suo spettacolo. Ci sarà anche la tradizionale cioccolata calda offerta dal Comitato Borgo San Rocco con i dolci di Biscotti Sanganesi e infine, il tradizionale lancio dei palloncini.

Il Natale è atteso da tutti con ansia o con gioia: non dimentichiamoci che questa stagione non è sempre positiva per tutti. Tuttavia c’è una magia in questa festa che trasmette dolcezza, luce e voglia di sognare ed è questo che auguriamo a tutti:

Sognate! I sogni plasmano il mondo. I sogni ricreano il mondo, ogni notte.
(Neil Gaiman)

Giuseppina Bruno

Il mercatino di Natale – Sangano

Risultati immagini per mercatino natale

Anche quest’anno, grazie alla Pro Loco e Olga, ci sarà il mercatino di Natale a Sangano, occasione molto gradita al pubblico che per un motivo o un’altro non va via durante i giorni dell’apertura delle festività natalizie.

Se qualcuno è interessato a partecipare invitiamo a mettersi in contatto con la Pro Loco di Sangano  per ricevere informazioni e nuove regole a cui tutti gli hobbisti dovranno adeguarsi.

Se avete una collezione di angioletti di Natale o di palline per l’albero, se siete appassionate di uncinetto o maglia, se vi piace il taglia e cuci creativo, se intagliate legno o cose simili per oggetti perditempo ma comunque artistici, questa è l’occasione giusta per farvi conoscere. I ragazzi della Pro Loco vi aiuteranno con le nuove regole burocratiche che promuovono gli hobbisti professionisti con una tessera regionale.

Sapere che un hobbista può esserlo solo in virtù di un “tesseramento” spiega come mai in questo paese i titoli e i pezzi di carta, contino più della capacità e dei meriti. Il giusto adeguamento è l’impegno degli organizzatori per promuovere il vero valore di questa manifestazione che è di condividere la passione e la creatività degli artisti della Val Sangone.

Vi aspettiamo numerosi.

Giuseppina Bruno

Chernobyl 2018

Sono passati 32 anni dal disastro nucleare di Chernobyl, molti avranno dimenticato, messo in stand by la vicenda. La nostra nuova cattiva abitudine è di “emozionarci” in ram (cd memoria a breve termine del pc), per passare ad altre emozioni intense, da consumare velocemente. Penso che l’approccio sia stato molto guidato dall’utilizzo dei social con il coinvolgimento di tante persone che rende l’appartenere emotivamente ancora più importante.

Tuttavia, i bambini di Chernobyl hanno ancora necessità di cambiare aria per 45 giorni l’anno. Questo li aiuta a stare meglio, rinforzarli, rigenerarli. A Giaveno il gruppo di famiglie che si occupa di ospitare i bambini ha ospitato dal 1996 ben 350 bambini di età compresa tra i 7 e i 10 anni in un periodo scolastico per permettere una condivisione più ampia sia per i nostri bambini e sia per i piccoli russi. Oggi si parla tanto di integrazione, intercultura, interconnessione…siamo inter-tuttici ma alla fine sono i fatti che contano più delle parole, come fanno le famiglie del gruppo di Chernobyl di Giaveno.

Ho conosciuto questo gruppo durante una cena di sostegno e mi ha toccato profondamente sentire le loro storie. Per altre informazioni potete leggere l’articolo scritto da Daniela e Maurizio. Per aiutare nell’ospitalità potete contattare Aurora Marinello cell. 3478418304, partecipare alla cena Conviviale Sabato 12 maggio presso i locali di Spaghettopoli prenotando entro il giorno 8 maggio al numero di Aurora, diffondere la notizia per dare maggiore visibilità a questa iniziativa solidale.

Voglio ricordare solo lo sguardo di Daniela che ricordando la prima notte di Alexey abbracciato al peluche che gli avevano fatto trovare sul letto, si è emozionata. Oggi questo piccolo ha 22 anni e 2 figli ed è ancora in contatto con loro con quell’amore gratuito e pieno che è l’unico vero ingrediente per cambiare il mondo.

Giuseppina Bruno

 

Foto: Pino Bertelli – ricordando i bambini di Chernobyl