La salute a scuola

Un’abitudine molto interessante che si sta sviluppando in alcuni Comuni è l’accompagnamento dei bambini a scuola tramite una sorta di “gruppo di cammino” mattutino che fa bene ai bambini e aiuta le famiglie. Così leggo nel comunicato stampa del Comune di Buttigliera Alta, insieme alla notizia che quest’anno oltre al venerdì il piedibus si effettuerà anche il mercoledi. Mi piace quest’iniziativa perchè è molto fisicamente social e insegna una lezione importante ai bambini e agli adulti.

Avevo già parlato di piedibus  qualche tempo fa  ricordando come queste semplici abitudini preservino la salute mentale e fisica dei bambini ma anche del territorio che si vive, per amarlo, per curarlo con la propria presenza.

Oggi si parla molto di salute ma siamo certi di conoscere il significato di questa parola? Stamattina mentre guardavo i ragazzini carichi di libri alla fermata dell’autobus qualche sospetto mi è venuto ma poi una ragazza ha attraversato la strada cancellando ogni dubbio: aveva il trolley.

Giuseppina Bruno

 

“Nonni vigili”

logo_Piedibus

Le scuole sono terminate e i cd. “nonni vigili” possono andare in vacanza. Tutte le famiglie ringraziano i volontari per la viabilità scolastica.

Negli ultimi anni il volontariato ha assunto un ruolo sempre più importante soprattutto riguardo quei servizi che senza aiuto dei cittadini non potrebbero essere forniti. Questo riguarda la messa in sicurezza del territorio, per vivere con più libertà, appropriandosi di quelle risorse e di quella familiarità che lega le persone alla terra e che è in grado di trasmettere principi sani di “salute” e di “socialità”. Tra questi servizi il piedibus, progetto nato in Australia nel 1992 dalla mente dell’ambientalista David Engwicht, è sicuramente il più interessante sotto molteplici punti di vista.

Bruino ha molti volontari, tra cui alcune mamme, per la viabilità scolastica e il servizio piedibus, attivo da ormai 5 anni, con a carico una sessantina di bambini che, con pioggia, vento, sole, neve, muniti di una pettorina gialla, vanno a scuola usando i piedi e promuovendo salute ed ecologia. Vorremmo il piedibus in ogni paese della nostra Valle! ma non è facile far partire questi servizi. A Buttigliera Alta ci sono riusciti nell’anno scolastico appena trascorso, con grande divertimento dei bambini, che arrivano a scuola sicuramente più sereni e meno stressati. Speriamo che anche Sangano possa avere risorse e volontari per poter implementare la viabilità con il servizio di piedibus che aiuta i bambini a diventare più indipendenti, responsabili, “sociali”, la viabilità soprattutto quando i parcheggi non sono molto ampi, l’ambiente per la riduzione del traffico in paesi che sono nati per essere abitati e vissuti, non usati.

Rivolgetevi presso i Comuni per dare adesioni al servizio di volontariato (coperti da assicurazione infortuni) o per chiedere informazioni e funzionamento perchè, “quando il cittadino è passivo è la democrazia che s’ammala” (Visconte Alexis de Tocqueville).

Giuseppina Bruno