Meglio condividere

Grazie alla segnalazione di un amministratore di un gruppo (appunto) abbiamo letto un articolo che potrete trovare qui, dove si parlava di cosa NON si dovrebbe fare sui gruppi di Facebook. Tralasciando l’aspetto filosofico del perchè abbiamo scelto e preferito il gruppo all’espressione individuale, dal momento che ci occupiamo per lavoro del web, vogliamo precisare alcune informazioni riguardo all’utilità di facebook dal punto di vista informativo.

Se è vero che molti contenuti si diffondono grazie ai social (Facebook, WhattsApp i principali) occorre specificare che oltre al “like” e alla “condivisione”, la reale apertura dei contenuti è bassa e ancora più bassa è la sua lettura. Una riflessione si dovrebbe fare se è meglio la portata organica di Facebook o di Google, in realtà sono entrambi peggiorati. Quello che possiamo evidenziare è solo nella leggibilità di un contenuto in rete. Facciamo l’esempio di un giornale che acquisto e leggo partendo dalla pagina o articolo che voglio ma sapendo che ha una presentazione ordinata. Questo è quanto viene rappresentato da un sito web / spazio personale. Se io compro una scatola di giornali fatti a pezzi devo andare a fortuna, impazzire, accettare quello che arriva, sapendo che non avrò mai un indice che mi dice cosa c’è dentro e se c’è veramente qualcosa che può interessarmi. Cercando potrei leggere tante cose che non mi interessano, ascoltare tante cose che non sono realmente quello che vorrei. Questo è quanto possiamo rappresentare dai social, soprattutto Facebook. Avete mai provato a cercare qualcosa che avevate visto magari anche solo un’ora prima ? Se non ricordate esattamente su che pagina, gruppo, profilo eravate, non lo ritrovate più. Su Google è ancora possibile, sottolineiamo ancora.

Per questo motivo riteniamo sia meglio condividere un contenuto piuttosto che crearlo direttamente sui social che scorrono come rotoli di carta all’infinito. Avete tante passioni? Create tante pagine dove condividere i vostri contenuti. Nel prossimo appuntamento vi parleremo di come sopravvivere a un gruppo social.

Informatica Sangano