Chernobyl Giaveno 2019

Abbiamo conosciuto il gruppo Chernobyl di Giaveno nel mese di maggio e ce ne siamo innamorati. I bambini sono la speranza di questo mondo, quel seme che speriamo sia in grado di trasgredire alle leggi sbagliate, ribellarsi all’ingiustizia, riportare forza e vitalità in ogni piccolo luogo sulla Terra.

Le famiglie ospitanti del gruppo di Chernobyl Giaveno si rendono disponibili ad accogliere bambini fino ai 10 anni di età, per un periodo di un mese e mezzo da aprile a giugno, con il supporto e l’aiuto economico e pratico dei volontari e del Comune di Giaveno. Questi giorni rafforzano il sistema immunitario dei bambini permettendogli di stare meglio.

Stasera, lunedi 8 ottobre 2018, alle ore 20,45 presso l’Oratorio parrocchiale di Giaveno (Via San Lorenzo), Aurora (cell. 347 841 8304) e il suo gruppo incontreranno le nuove famiglie ospitanti per presentare il progetto, spiegare la sua finalità, lo svolgimento, raccontare le esperienze e rispondere a tutte le domande di chi vorrà intervenire durante la serata.

Radio Sangano invita tutti i lettori a partecipare, soprattutto i giovani, per ascoltare l’esperienza di queste incredibili persone che ammiriamo profondamente per la forza e il coraggio con il quale hanno saputo guardare oltre sè stessi.

Giuseppina Bruno

Foto: Ansa/Pino Bertelli

La salute a scuola

Un’abitudine molto interessante che si sta sviluppando in alcuni Comuni è l’accompagnamento dei bambini a scuola tramite una sorta di “gruppo di cammino” mattutino che fa bene ai bambini e aiuta le famiglie. Così leggo nel comunicato stampa del Comune di Buttigliera Alta, insieme alla notizia che quest’anno oltre al venerdì il piedibus si effettuerà anche il mercoledi. Mi piace quest’iniziativa perchè è molto fisicamente social e insegna una lezione importante ai bambini e agli adulti.

Avevo già parlato di piedibus  qualche tempo fa  ricordando come queste semplici abitudini preservino la salute mentale e fisica dei bambini ma anche del territorio che si vive, per amarlo, per curarlo con la propria presenza.

Oggi si parla molto di salute ma siamo certi di conoscere il significato di questa parola? Stamattina mentre guardavo i ragazzini carichi di libri alla fermata dell’autobus qualche sospetto mi è venuto ma poi una ragazza ha attraversato la strada cancellando ogni dubbio: aveva il trolley.

Giuseppina Bruno